Gli chef dei grandi al Quirinale

by • 21 luglio 2009 • EventiComments (0)8219

Dopo il G8, l’Italia ospita un altro incontro importante… sicuramente più goloso! È quello del Club Chefs des Chefs che si svolgerà a Roma dal 21 al 24 luglio. A riunirsi sono i cuochi dei Capi di Stato e Primi Ministri di tutto il mondo.

Oggi la delegazione degli chef è stata ricevuta dal presidente Napolitano che dice di apprezzare l’idea di questa associazione anche perché rappresenta ”una nuova dimensione di cooperazione internazionale“.

Tutto questo mi conforta! Finalmente la cucina esce dalle case e diventa cultura. Se è vero che siamo quello che mangiamo (Feuerbach), ha ragione il Presidente della Repubblica a parlare della cucina come ”un aspetto non trascurabile delle peculiarità nazionali”, le storie di un Paese derivano anche da ”storie culturali e delle gastronomie, la globalizzazione non puo’ significare un appiattimento delle ricette e dei gusti”.

In questa ottica  la cucina internazionale è definita “una specie di rifugio per chi va all’estero e ha timore della cucina nazionale. Una cucina, questa che rappresenta il punto d’arrivo di lunghe storie”.
Napolitano incontra il Clun Chefs des Chefs

In ogni caso, al Quirinale gli chef  Fabrizio Boca e Massimo Sprega cucinano italiano… e sembra che nessuno degli illustri ospiti si sia mai lamentato! ”Ricevo di rimbalzo – dice Napolitano – i complimenti di tutti gli ospiti del Quirinale. Apprezzo anche la rapidità del servizio in pranzi per cento o duecento commensali, come in occasione della visita del presidente cinese Hu Jintao. In questi casi, quando si e’ tanti, si gusta meglio il cibo se il pranzo non si trascina troppo a lungo”.

Un po’ di numeri per finire. Al Quirinale questa mattina, nel salone delle feste, erano presenti 25 cuochi in rappresentanza dell’Associazione. Assente Cristeta Comerford, cuoca della Casa Bianca-. L’unica donna presente era la cuoca Sirrka-Liisa Ruottinen al servizio della Presidentessa finlandese Tarja Halone.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php