Food design: il cibo diventa oggetto

by • 28 gennaio 2010 • Tendenze culinarieComments (0)5052

Quante matite avete sbranato mentre eravate sui banchi di scuola? Oggi potreste sfogare la vostra noia in una maniera più gustosa (e salutare!): Golosapis. Si tratta di una matita in legno di liquirizia pensata apposta per chi ha il vizio di mordicchiare mentre scrive.

Golosapis, la matita di liquirizia. (Fonte: Studio One Off)

Golosapis, la matita di liquirizia. (Fonte: Studio One Off)

Se siete degli indefessi roditori e avete l’abitudine di mordere la palettina in plastica di quell’orribile caffè del distributore, vi propongo Cafrino: un “bastoncino” commestibile dove lo zucchero, in zollette, è aggrappato ad un’anima centrale di caramello. Il caffè risale, scioglie le zollette e con l’anima in caramello potete miscelare il caffè e godervi poi il bastoncino di caramello mentre tornate alla scrivania.

Cafrino: cucchiaio commestibile. (Fonte: Studio One Off)

Cafrino: cucchiaio commestibile. (Fonte: Studio One Off)

Il cibo diventa oggetto, materia, questo è il punto di partenza del Food Design. I due esempi precedenti potrebbero rappresentare il manifesto di questa nuova tendenza, a metà tra il design e la pop art. Un food designer sviluppa nuovi oggetti sulla base dell’osservazione dei modi di consumo e di fruizione del cibo, pensando ad una società che si trasforma, si ripensa e si prende un po’ in giro.

È il caso di Pagnocca e il Bintaja, due pani prensili perfetti per l’aperitivo o dell’Uovo in camicia, concept divertente per una cena completa. Trovate altri progetti nel sito dello studio di design One Off, centro propulsore delle idee del Food Design.

Pagnocca, pane per l'aperitivo. (Fonte: Studio One Off)

Pagnocca, pane per l'aperitivo. (Fonte: Studio One Off)

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php