Caffè per cena?

by • 30 marzo 2010 • alimentazione, EventiComments (4)2619

Quali sono i segreti per preparare un buon caffè alla moka? Quale miscela scegliere per bere una tazzina aromatica e gustosa? Come e dove nasce il miglior caffè? Lunedì scorso ce lo ha raccontato Illy al ristorante dello Zio d’America, in una serata interamente dedicata alla bevanda più amata dagli italiani ( di cui sono VERAMENTE dipendente al risveglio!).

illy.4“Il caffe’ a portata di cena” e’ solo uno degli incontri che Aida Capone, responsabile eventi dello zio d’America, organizza per mettere in contatto il pubblico col mondo dell’enogastronomia e i sui prodotti. Spesso qui vengono invitati i produttori di vino che durante la cena raccontano le loro storie agli ospiti del ristorante. Ma questa era la volta del caffè.

Della pianta dalle bacche rosse aveva già parlato Sara nel post “Chicchi di caffè’”, raccontandoci tra le varie cose delle principali miscele in commercio (migliore l’arabica, e piu’ scadente la robusta) e delle origini del caffè (Etiopia nel XIV sec. e non in Brasile al contrario di ciò che si pensa).

Ma in quest’occasione il caffè si era trasformato in ingrediente, protagonista di un menu intrigante ideato per la serata dallo chef Simone Rugiati. Un esempio gustoso? Il filetto di maiale in crosta di caffè e zucchero mascobado con flan di carote profumato (nella foto accanto).

illy.5

Conosco bene lo Zio d’America perche’ ho sempre gravitato in questa zona. A fare da apripista furono i miei nonni che si trasferirono qui con mia madre negli anni ’60 e raccontano di sole due strade principali e intorno campi e pecore. Questo punto vendita c’è da sempre. Bar, gastronomia ed enoteca, ha rischiato pochi anni fa la chiusura. Poi e’ subentrata la nuova proprietà e lo sforzo per alzare la qualità dello Zio d’America c’e’ stato e si vede. Accanto allo spazio elegante che ci ha accolto in questa serata – il ristorante – c’è una valida enoteca con più di 500 etichette tra vini, champagnes e liquori e distillati. Inoltre mi sono trovata spesso a fare la spesa nel supermercato al piano di sotto, aperto fino alle 22 (un miracolo per noi che lavoriamo dall’altra parte di Roma!).

E i segreti per una moka di successo!? Dove li abbiamo lasciati? Ecco le chiavi del successo:

Quanto caffe’ nel filtro? Versate il caffe’ nel filtro con un cucchiaino dando qualche colpetto di assestamento senza mai pressare troppo o creare il monticello. Ostacola la risalita dell’acqua e anticipa l’afflusso delle sostanze meno gradevoli.

Fiamma bassa o alta? Dal momento in cui esce la prima goccia più bassa possibile. Più tardi si raggiunge l’ebollizione migliore sarà il caffè. Spegnete subito prima che la macchinetta cominci a sbuffare. La “coda” vi rovinera’ il gusto del caffe’. Spento il fuoco mescolate prima di versare.

Dove conservare il barattolo di caffè? Una volta aperto a temperatura ambiente, ma solo se consumato entro una settimana. Meglio in frigo per un tempo maggiore: rallenta l’ossidazione dei grassi, causa del sentore di rancido nel caffè.

FOTO di Silvia Cittadini

Pin It

Related Posts

4 Responses to Caffè per cena?

  1. Rossella scrive:

    Se serata è stata molto piacevole. Grazie per l’invito e a presto, casomai per un caffè :)

  2. Enrico scrive:

    Auguri a tutte voi di Buona Pasqua!
    Enrico

  3. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    @ rossella: ripeteremo sicuramente…
    @ enrico: grazie, buona Pasqua anche a te ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php