Lisbona: guida ai pasteis de nata

by • 13 luglio 2010 • ItinerariComments (1)3582

Crema, cannella, tostatura di caffè, lasciatevi guidare da questi profumi alla scoperta di Lisbona. Perché le pastelerias (pasticcerie) qui parlano della cultura e della tradizione della città non meno di qualsiasi monumento. Sarà difficile decidere quale tra i tanti pasteis de nata – che decorano golosi le vetrine dei caffè – è il vostro preferito. Ecco perché ho scritto questa guida: per facilitare il compito a tutti i foodies come me. Non preoccupatevi per la dieta: i sali scendi del Bairro Alto e dell’Alfama e la linearità dei viali della città nuova sono un’ottima palestra!

Pasteis de Belem: il segreto dei monaci pasticceri

Siamo a Belem: quartiere cruciale nella storia di Lisbona. Da qui partivano le caravelle di Vasco Da Gama alla volta delle Indie, tornando cariche di spezie, tessuti e pietre preziose che fecero del Portogallo una potenza mondiale tra il XV e il XVI secolo. Chissà se la fortuna dei mercanti portoghesi sarebbe stata la stessa se a pregare per loro non ci fosse stato l’intero ordine di monaci di San Geronimo.

Il loro monastero – capolavoro dell’architettura manuelina e oggi patrimonio dell’Unesco – si ergeva maestoso all’imbocco del porto, nelle vicinanze di una raffineria di canna da zucchero. In seguito alla Rivoluzione Liberale del 1820 l’ordine fu sciolto; così i monaci, non sapendo come sbarcare il lunario, utilizzarono il piccolo negozio annesso alla raffineria per vendere i loro dolci.

Il successo di questi canestrini di pasta sfoglia farciti con crema all’uovo e un pizzico di cannella fu immediato, complice anche il fascino di una ricetta segreta custodita nei libri del monastero. Nasce da qui il gusto unico dei pasteis del Belem.

L'ingresso dell'Antigua Confeiterira de Belem

L'ingresso dell'Antigua Confeiterira de Belem

Indirizzi

Antigua Confeiteria de Belem

Rua de Belem 84-92

Tel: +351 21 363 74 23 o +351 21 363 80 78

www.pasteisdebelem.pt

C’è un solo posto dove gustare i veri pasteis de Belem: l’Antigua Confeiteria de Belem. Qui dal 1837 si preparano questi dolci, seguendo fedelmente l’antica ricetta del Monastero Dos Jeronimos. pestel_Belem

Se volete evitare la fila, fate visita alla pasticceria per la colazione o per un caffè pomeridiano, accomodatevi nei tavoli interni per godere anche della bellezza del locale. I pasteis de Belem vi saranno serviti tiepidi e croccanti con una spolverata di cannella o cacao in base ai vostri gusti.

Vale la pena assaggiare anche gli altri dolci e se amate il salato, fatevi tentare dalle mille torte rustiche farcite con uova e verdure o salumi locali. Ovviamente non manca la possibilità di bere un bicchiere di Porto in abbinamento alle vostre scelte: ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche!

Le queijadas di Sintra: un sapore da re

A meno di un’ora da Lisbona, c’è Sintra. Qui i mori, prima, e la famiglia reale portoghese, poi, trascorrevano l’estate godendo del fresco di questo borgo immerso nei boschi. Le queijadas esistevano già – tanto che nel Medioevo erano utilizzate nei mercati come merce da barattare – ma furono i reali portoghesi a renderle famose.

queijadas

Queste piccole tortine, composte da un guscio di pasta brisè ripieno di formaggio fresco, rosso d’uovo, zucchero e cannella, erano prodotte in esclusiva per il re dalla Fabrica Sapa, alle porte della città. L’azienda esiste ancora oggi e apre volentieri le porte ai turisti golosi che vogliono visitarla.

A Sintra potrete assaggiare anche i fofos de bela, parenti stretti del nostro bombolone, e molti altri dolci a base di pasta di mandorle chiara eredità della dominazione moresca insieme all’imperdibile Castelo dos Mouros.

vetrina del Caffè Piriquita

vetrina del Caffè Piriquita

Indirizzi

Casa Piriquita

Rua das Padairas 1-5

Alla Casa Piriquita c’è tutto: dolci ottimi, un buon caffè e un locale in pieno stile portoghese. Ai piedi della salita che conduce al bosco e al Castello, è facile individuare questa pasteleria per il continuo via vai di turisti soddisfatti che escono dalla piccola porta d’ingresso.

Pasteis de nata di Piriquita

Pasteis de nata di Piriquita

Potete sedervi e assaggiare tutte le specialità della casa scegliendole alla carta o dall’esposizione al bancone. Le queijadas sono il cavallo di battaglia del locale insieme al travesseiro: un rotolo di pasta sfoglia farcito con una crema di uova e mandorle.

Graziose confezioni da viaggio vi consentiranno di portare a case un po’ di questi sapori… caldo permettendo!

Chi sta pianificando una vacanza a Lisbona può stampare questa piccola guida cliccando su questo link.

Pin It

Related Posts

One Response to Lisbona: guida ai pasteis de nata

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php