Doggy Bag, il buono che avanza

by • 20 dicembre 2010 • cibo e culturaComments (4)15706

Arriva da New York la moda della Doggy Bag. Una confezione (anche molto carina) in cui potrete portare a casa gli avanzi della cena per il vostro cagnolino o anche per voi. In tempi di crisi niente è più attuale. La stessa Michelle Obama ha spiazzato i ristoratori italiani quest’estate chiedendo una doggy bag per portar via le lasagne avanzate dal suo pranzo.

Ogni anno in Italia vanno a finire nella spazzatura 37 milioni di euro di cibo avanzato (fonte Università Bicocca, Milano). E questo è un lusso che non possiamo più permetterci se consideriamo che un sesto della popolazione mondiale soffre la fame con un aumento del 15,4% nei paesi industrializzati.

il buono che avanza-doggy bag nei ristoranti

Da queste considerazioni nasce l’idea del progetto “Il buono che avanza” partito da Milano i primi di dicembre. Sono 20 i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa mettendo a disposizione dei clienti delle simpatiche buste di carta in cui conservare quello che non si riesce a mangiare e bere al ristorante.

Pietro Leemann (Joia) e Davide Oldani (D’O) hanno subito accolto la Doggy Bag nei loro ristoranti e hanno ragione per credere che questa simpatico sacchetto diventerà ben presto una moda.

Per una volta una moda giusta con un pizzico di etica dietro.

Leggete anche Avanzi Popolo, cucinare in tempi di crisi

Pin It

Related Posts

4 Responses to Doggy Bag, il buono che avanza

  1. Marco scrive:

    Rimane sempre una bellissima idea, anche se in realtà moltissimi clienti si vergognano a chiedere e molti ristoratori si vergognano a proporre :-)

  2. admin scrive:

    Ciao Marco,in effetti la preoccupazione è un po’quella infatti ci si è sforzati di fare un prodotto carino e un po’”fashion” per avvicinare il pubblico.

    Io, dalla mia, quando vado nei ristoranti chiedo sempre la doggy bag per la mia cagnolina…e in genere mi danno un’elegantissima busta di plastica!

    Grazie per averci letto, a presto

  3. Enrica scrive:

    Ciao! Adesso il progetto ha anche un sito http://www.ilbuonocheavanza.it, con l’elenco dei ristoranti aderenti aggiornato, informazioni e contatti.

  4. admin scrive:

    Ciao Enrica. Grazie per la segnalazione quando ho scritto questo post il sito non era ancora attivo. A presto :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php