Alimentazione: forse non tutti sanno che…

by • 27 gennaio 2011 • alimentazioneComments (0)3337

Sapevate che le coppie senza figli hanno un’alimentazione più sana? E che mangiare davanti alla TV fa ingrassare? Queste sono solo alcune delle curiosità che nella mia mini crociera serale sul web.

Tra quelle che più mi hanno sorpreso c’è quella di Newsfood: l’alimetazione in gravidanza influenza il sesso del nascituro. Impossibile, ho pensato. Eppure una ricerca condotta dall’Università del Missouri ha dimostrato che una dieta molto calorica può spostare le probabilità da 10 a 11 di avere, ogni 20 nascite, un figlio maschio.

La dottoressa Cheryl Rosenfeld che ha condotto la ricerca commenta che “Dai dati emerge che diete ad alto contenuto calorico e che prevedono prime colazioni costanti e abbondanti favoriscono la nascita di maschietti, mentre le diete a basso contenuto calorico tendono a favorire le femminucce. Negli esseri umani, così come nei topi che abbiamo esaminato, la restrizione alimentare e una dieta rigida durante il periodo intorno al concepimento e della gravidanza possono portare alla perdita selettiva dei feti di sesso maschile, che sono più vulnerabili nel grembo materno”.

Per combattere l’influenza bevete latte e mangiate frutta e verdura, lo dice Coldiretti. Per colazione latte e miele con pane e marmellata, a pranzo si spazia dalle uova con parmigiano alla pasta. Le verdure di stagione (spinaci, cicoria, broccoletti, zucca), ricche di vitamina A, danno sali minerali necessari e antiossidanti necessari per combattere lo stress. Non lesinate su aglio e cipolla (meglio crudi): sono antibatterici.

Non è vero che una colazione ricca ci fa mangiare di meno durante la giornata. “Le persone mangiavano sempre le stesse quantità di cibo a pranzo e a cena indipendentemente da quello che avevano mangiato a colazione. – spiega Volker Schusdziarra, capo ricercatore – Questo significa che una prima colazione abbondante ha determinato un aumento totale delle calorie assunte nell’arco della giornata di circa, appunto, 400 kcal”.

In compenso saltare la colazione aumenta il rischio d’infarto (Università della Tasmania). E per finire, la prossima volata che comprate un tartufo sappiate che combatte la depressione (rilascia endorfine) e l’invecchiamento… e il peso in eccesso del portafoglio!

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php