Alla Gatta Mangiona l’unione fa la forza

by • 8 febbraio 2011 • EventiComments (0)4635

Prendi dei prodotti squisiti e di grande qualità selezionati con cura e passione da un team competente come quello di Valsana, aggiungi la collaborazione di Alessandro Arditi e Aleksandra Fortuna di Le Huit, garanzia di eccellenza e qualità, condisci il tutto con la fantasia e il gusto di un cuoco gourmet come Giancarlo Casa: il risultato è un piatto ricco, saporito e davvero persistente.

Ieri sera alla Gatta Mangiona si è mangiato e bevuto sul serio. Ad aprire le danze è stato un ricco buffet organizzato da Valsana con formaggi e salumi che non si dimenticano facilmente: gorgonzola DOP Extra Tosi servita al cucchiaio, salva cremasco, beaufort AOC Chalet d’Alpage, prosciutto affumicato alle Erbe Bernardi,Petto d’Anatra Valette.

gorgonzola dop al cucchiaio

Gorgonzola al cucchiaio

Poi via al menu vero e proprio che anche solo sulla carta lascia intendere che Giancarlo si è voluto proprio divertire. Lo conferma la prima arrivata in tavola, la crocchetta di patate con baccalà mantecato: l’aggiunta del porro e della scorza di limone ne esalta il sapore e la dolcezza della mantecatura, la panatura è perfetta.

Se l’aspetto del supplì (parlo solo della panatura) promette meno, al primo boccone non se ne può più far a meno, datemi un supplì di riso con muset Lovison, zucca gialla e ricotta Carnica tutti i giorni! Giancarlo nel preparare questo strepitoso supplì “sfrutta” tre momenti della cottura del muset.

supplì gatta mangiona di riso con muset Lovison, zucca gialla e ricotta Carnica

supplì di riso con muset Lovison, zucca gialla e ricotta Carnica

Lo fa rosolare in pentola tutto insieme, ne toglie una prima parte dopo due ore e lo utilizza per la cottura della zucca alla base del risotto, dopo altre due ore ne toglie una seconda parte che aggiunge al risotto in cottura, con il muset rimasto (cotto ancora per altre due ore) ci fa delle mini polpette che andranno al centro del supplì, proprio al posto della mozzarella.

La schiacciata (per Giancarlo è un calzone bucato che lascia sgonfiare!) alla carbonara con uovo, pecorino romano e guanciale è proprio così come si può immaginare, croccante  fuori, cremosa e intensa all’interno. Poi il suo esperimento fresco di giornata: la pizza con datterini al forno, pecorino crotonese e marmellata liquida di cipolle rosse. Fresca, aromatica, dolce e fragrante al punto giusto.

pizza gatta mangiona roma

pizza con datterini al forno, pecorino crotonese e marmellata liquida di cipolle rosse

A concludere il festival di sapori due ultime pizze, forse un tantino pesanti per chiudere un pasto, ma squisite: pizza al gorgonzola, zucca al rosmarino e aringa sciocca la prima e focaccia con torcione di foie gras,  la seconda.

A salutarci un semifreddo di amaretti, l’espressione soddisfatta di Giancarlo e tanta voglia di ritornare presto, per un altro supplì, un altra pizza.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php