Torta di limone “a la moda di Chefchaouen”

by • 22 febbraio 2011 • Itinerari, RicetteComments (4)5360

Non fatevi ingannare dal titolo: questo post parla portoghese. In particolare racconta di una sera a Lisbona, passeggiando per l’Alfama sulle note di un fado femminile che arrivava da chissà quale vicolo. Il ristorante incriminato è “Viagem do sabores“, delizioso locale che cerca di fondere (mai la parola fusion fu così centrata!) le cucine del mondo nello stile culinario del Portogallo (già di per se aperto ed esotico, con l’uso massiccio di quelle erbe e spezie che ricordano quanto sia stato esteso l‘impero portoghese un giorno). Dicevo, un ristorantino dell’Alfama, senza bacalhau o chouriço assado (una rarità per questo!), dove ho assaggiato questo dolce, che è a metà tra una cheesecake, una crostata e un giro per il mondo: la tarte de limão a la moda de Chefchaouen (il richiamo alla città marocchina probabilmente è per la cannella con cui si spolvera la torta). Mi è venuta voglia di rifarla, ecco qui procedimento e risultato. Per operare, ho modificato la ricetta della Torta de limao siciliano di Technicolor Kitchen (che farcisce con una crema di limoni), che a sua volta prende spunto da Donna Hay. La farcitura che ricordavo somiglia molto di più a una cheesecake che a una crema.

Ingredienti (per una teglia tonda di 26 cm di diametro):
Per la pasta:
- 130 g di farina 00 (io ho tagliato 90 g di 00 con 40 g di farina di riso)
- 60 g di burro freddo
- 50 g di zucchero semolato
- 1 tuorlo leggermente sbattutto
- la scorza grattugiata di un limone
- 1 cucchiaino di sale fino

Per la farcitura:
- 250 g di ricotta vaccina
- 1 vasetto di yogurt bianco al naturale
- il succo e la scorza grattugiata di un lime
- il succo di mezzo limone
- un cucchiaio abbondante di amido di mais
- 2 uova
- 100 g di zucchero
- un pizzico di sale

- cannella macinata (se è marocchina, meglio, of course)

Innanzitutto preparare la frolla, impastando con la punta delle dita il burro freddo con la farina e il sale, fino ad avere un composto sabbioso. Fare la fontana e al centro mettere il tuorlo, lo zucchero e la scorza di limone. Impastare velocemente, aiutandosi con una forchetta (senza riscaldare troppo l’impasto con le mani). Fare una palla e avvolgerla nella pellicola alimentare, mettendola a riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Per il ripieno, sbattere in un recipiente la ricotta con lo zucchero, il sale e le uova. Aggiungere lo yogurt, amalgamare con un cucchiaio di amido di mais, aggiungere il succo di lime e di limone e la scorza grattugiata. Rendere il composto liscio e senza grumi e metterlo a riposare in frigo.
Stendere su una spianatoia la pasta frolla con il mattarello, formando un cerchio sottile (prendete le misure con la teglia) e aiutandosi con un po’ di farina se l’impasto diventa appiccicoso. Mettere la pasta nella teglia imburrata e infarinata, facendola aderire bene e modellandone i bordi, tagliando eventuali eccessi di pasta. Cuocere per 15 minuti in forno preriscaldato a 175° (se l’impasto ha riposato in frigo, non c’è bisogno di coprire il fondo della torta con la carta forno e un eventuale peso). Passati i 15 minuti, versare la farcitura nella teglia e rimettere a cuocere in forno, abbassando la temperatura a 160°. La cottura definitiva richiederà almeno altri 40 minuti: la crema di ricotta dovrà rapprendersi e compattarsi completamente, ma bisogna fare attenzione perchè la frolla non scurisca troppo (se necessario, abbassare ancora di qualche grado la temperatura del forno).
La torta va servita fredda, spolverata con abbondante cannella (alla maniera portoghese).

P.S. Se capitate dalle parti di Lisbona, il ristorante Viagem de Sabores si trova in rua São João da Praça 103, ai margini dell’Alfama, vicino alla fermata Terreiro do Paço della metro azul. Altri consigli da Foodie per pause golose nella città li trovate qui e qui.

Pin It

Related Posts

4 Responses to Torta di limone “a la moda di Chefchaouen”

  1. lamelannurca scrive:

    ciao, ricambio la visita ed entro nel vostro meraviglioso mondo! ma che bella questa combriccola di foodies, mi piacete moltissimo!

    anche la ricettina non è niente male direi :-) ho davvero voglia di fare un viaggetto a lisbona, ma ogni volta che guardo per i voli sono sempre carissimi..ma perchè?!? :-(

    a prestissimo!
    ale

  2. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    Ciao Ale, grazie della visita e dei complimenti ;)
    per Lisbona ti consiglio Easyjet da Fiumicino oppure Ryanair da Ciampino che però va a Porto (le distanze in Portogallo non sono esagerate e comunque Porto è un’altra città meravigliosa).
    Vai quanto prima in Portogallo…è un paese magico secondo me.
    a presto

  3. Interessantissimo, stiamo giusto pensando di inplementare il nostro menu con una sezione dedicata ai palati più giovani. Noi Dei Tre Re, il ristorante della Brianza ci teniamo.

  4. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    Grazie della segnalazione e della visita. Siamo geograficamente un po’ lontane dalla Brianza, ma qualcuno dei nostri lettori potrà invece sicuramente venire a trovarvi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php