Vini Barraco, l’emozione della Sicilia in un calice

by • 11 febbraio 2011 • VinoComments (5)2275

Una spiaggia ocra, un mare blu e il profumo intenso della terra scaldata dal sole di Sicilia. Queste sono le sensazioni che il Catarratto di Nino Barraco mi ha raccontato appena l’ho avvicinato al naso. Siamo a Marsala, territorio storico per la viticoltura siciliana, che Nino Barraco sta riscoprendo con intelligenza, tecnica e tanto cuore.

Dal 2004 questa cantina produce vini a partire dai vitigni autoctoni dell’isola vinficati in purezza, scegliendo le uve migliori delle vigne migliori. Valorizzazione del territorio, rispetto per la natura in vigna e in cantina e il coraggio di uscire dagli schemi sono le caratteristiche di questi vini che ho avuto la fortuna di assaggiare ad una cena di degustazione al ristorante Sabya Beach di Grottammare.

vini barraco sicilia

Del Catarratto 2009 (il mio preferito) vi ho già paralato, l’ho abbinato alla tartara di gamberi rosa e insalatina di finocchi arance e olive. Il Grillo 2009, da sempre vino di taglio per il più famoso Marsala, ha leggere note agrumate al naso ma in bocca si apre in una mineralità sorprendente. Perfetto con lo sformato di broccoli con filetti di triglia croccanti.

vini sicilia barraco

E poi c’è lo Zibibbo, con un profumo di albicocca e fiori (tipico della versione dolce) che spiazza ogni palato all’assaggio. Una novità e una scelta coraggiosa quella di fare lo Zibibbo secco che mi ha convinto quando l’ho sorseggiato con lo spaghettone alle sarde con uva passa e finocchietto selvatico.

E poi i rossi. Primo tra tutti il Pignatello (o perricone), il vitigno autoctono più antico di Sicilia che in molti hanno dimenticato. Maturazione in botti d’acciaio per quattro mesi e affinamento in bottiglia danno vita a questo vino rosso rubino con sentori di fragole e lamponi piacevoli e pulite. Il Ragusano DOP delle candele ripiene con pomodorini e rucola lega benissimo con questo vino.

nero d'avola milocca vendemmia tardiva

Dulcis in fundo: Milocca. Un vino rosso dolce ottenuto da sole uve nero d’Avola raccolte tardivamente e messe ad affinare in piccole botti di castagno. Il risultato è eccellente, quasi non ci credevo quando Nino Barraco ci ha raccontato che questo vino è nato per sbaglio dal Nero d’Avola 2006 “riuscito male”.
Milocca, ciliegia in arabo, è un vino dolce sorprendente: c’è il cappero, lo speziato del ciliegio e una leggera nota ossidativa che ricorda il Marsala Ruby.

15 mila bottiglie, 5 ettari e una determinazione a cui vanno i miei complimenti.

Pin It

Related Posts

5 Responses to Vini Barraco, l’emozione della Sicilia in un calice

  1. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    Laura, brava! la cantina Barraco è poco conosciuta anche a Marsala, naturalmente perchè proprio quella zona della Sicilia ha grandi case vinicole con più anni e produzione, che appaltano la maggior parte dell’attenzione e del mercato.
    Qualche anno fa, ho avuto la fortuna di assaggiare il Marsala di Barraco in un bel wine bar che si trova nel centro storico di Marsala (anzi lo consiglio: “Morsi & sorsi di Sicilia”, via Diaz 66, Marsala) e me ne sono innamorata. Con la promessa (fatta a me stessa) che la prossima volta che capiterò da quelle parti, andrò a fare una visita all’azienda e qualche acquisto diretto ;)

  2. Michela scrive:

    Dalla tua descrizione avrei proprio voglia di assaggiare il Milocca dato che sono un’amante di vini dolci!
    Sai dove posso trovarlo qui nelle Marche?
    Grazie mille!

  3. Alessandro scrive:

    Mi ha proprio colpito la rivelazione che Nino Barraco ti ha fatto a proposito del Milocca, ovvero che questo vino è nato per sbaglio dal Nero d’Avola 2006 “riuscito male”, e sarei curioso di assaggiarlo.
    Quindi, ti chiedo:
    -sai dove si potrebbe reperire questo vino?
    -con quali cibi lo consigli?

    Ciao Laura!!

  4. Foodie scrive:

    Ciao Michela, il Milocca è stata una sorpresa grandissima! Non è il solito vino dolce, ha una freschezza e una complessità che lo rendono difficilmente catalogabile. Credo che ci sia qualche enoteca dalle parti di Macerata che vende questi vini. Con sicurezza al Sabya Beach (Grottammare) li hanno in carta, potresti provare a contattare loro o direttamente Nino Barraco all’indirizzo: vinibarraco@libero.it

  5. Foodie scrive:

    Ciao Alessandro, bevenuto su Foodie! Spesso dagli errori nascono grandi opportunità. Il Milocca ne è un esmpio. Per sapere dove trovarlo leggi il commento in risposta a quello di @michela. Io lo abbinerei sicuramente con un dolce al cioccolato… magari un tortino al cioccolato con cuore fondente :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php