Pasta, cucina e…

by • 25 marzo 2011 • cibo e culturaComments (1)3446

Sono quasi dieci giorni che aspetto di avere qualche ora libera (l’argomento richiede approfondimenti e riflessioni) per scrivere dell’avventura e del progetto di un imprenditore brillante di Gragnano chiamata Pastificio Dei Campi. Giuseppe Di Martino, supportato dalla brava Mafaldina, ce l’ha raccontato con un educational, facendoci ripercorrere tutta la filiera, partendo da dove tutto ha origine: il campo di grano. Oggi potrei parlare di questo e della fantastica ricetta (la modestia non é il mio forte) che ho realizzato con le Calle dei Campi, ma preferisco rimandare. Piuttosto vorrei dedicare le mie riflessioni mattutine a una cena a cui ho partecipato mercoledì a Roma, a uno chef che conosco e stimo molto e al “nostro” lavoro, quello di chi deve raccontare (tra l’altro quello che sceglie di raccontare) senza mai perdere di vista il rispetto del lavoro degli altri. Ma procediamo pure in ordine.
- Roma, Ketumbar, mercoledì 23 marzo: Fabio Baldassarre viene chiamato a realizzare una cena a base di pasta, quella del Pastificio Dei Campi, dall’antipasto al dolce.
L’inizio, con gli assaggi d’autore, é profumato. I sapori portano in oriente, gli abbinamenti sono interessanti e ben riusciti: i lumaconi giganti farciti con patate al lime, baccalà e curry ci piacciono particolarmente. Poi arriva il menu vero e proprio, Baldassarre ha pensato a cinque portate.

insalata di mafaldine con gallinella di mare

L’antipasto é un’insalata fredda di Mafaldine con gallinella di mare all’olio, fave e pecorino e, superato l’impatto con “la pasta fredda”, il piatto si fa apprezzare per equilibrio e freschezza, oltre che per la sapidità ben dosata.

vermicelli con cozze, cacio di mare e pepe nero

Poi arrivano piatti ben conditi, piú immediati. Peccato per la cottura non sempre azzeccata della pasta, ma considerata la dimensione della cucina e il tipo di serata (un evento con circa 50 persone, credo), scegliamo di non farci troppo caso.

mista corta di gragnano con zabaione

In ultimo il dolce, la Mista corta di Gragnano con infuso di carote, piselli e zabaione alla curcuma: un piatto cremoso, colorato e aromatico. Baldassarre ha saputo osare.

- Roma, Città del Gusto, giovedì24 marzo: sono in aula a tenere una lezione sulla critica enogastronomica e non faccio che ripetere: “Quando si scrive e soprattutto quando si fa critica non si deve mai dimenticare di rispettare il lavoro degli altri, nel nostro caso specifico il lavoro dello chef, del ristoratore e del personale di sala”. Poi, faccio, insieme ai corsisti, una panoramica dei blog del settore. Apriamo la pagina di Scatti di Gusto e leggiamo: “Aiuto, hanno ammazzato in quel di Roma la pasta del Pastificio dei Campi!”. In aula mi chiedono se i blog che fanno critica possano ignorare questo principio, il rispetto per il lavoro degli altri…

Pin It

Related Posts

One Response to Pasta, cucina e…

  1. stefania monaco scrive:

    e….

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php