Cose buone da conservare: mango chutney

by • 6 maggio 2011 • RicetteComments (4)3902

I miei pomodori sono già alti 20 cm. Guardare le piantine che crescono è emozionante come veder crescere un bambino (almeno per me, scusatemi se non mi trovate normale). La primavera mi elettrizza e non mi dite che non ci sono più le stagioni, perchè, lasciatevelo dire, è una boiata. Ci sono eccome e vanno rispettate.
I metodi per mangiare tutto l’anno una verdura o un frutto che ci piacciono
sono stati inventati nel neolitico e non sono le coltivazioni dopate, bensì le conserve. Adoro le conserve. Marmellate, confetture, sottaceti, sottoli, i vasetti ecco. L’occasione di condividere con voi una ricetta è la messa in onda di un nuovo programma di Gambero Rosso Channel: “Le conserve di Camilla”.



Camilla Monteduro è una donna deliziosa, genuina, spiritosa (guardatela mentre impacchetta i suoi vasetti, mi ha fatto ammazzare dalle risate, sembra una bimba). Ed è, soprattutto, molto fantasiosa nel fare le conserve. Nella prima puntata, che ho visto in onda qualche giorno fa, ha mostrato come si fanno la marmellata di limoni e il chutney di mango.
La ricetta del chutney, bello piccante, me la sono appuntata. Il mango mi piace tantissimo e non ne avevo mai fatto uso culinario. Questa preparazione, di origine indiana (si vede anche dalla tipologia di ingredienti utilizzati), va benissimo per accompagnare le carni, dagli arrosti al pollo grigliato. Tra l’altro ho scoperto che il mango chutney spopola nel mondo anglosassone (è quasi una ricetta tradizionale e si compra anche già pronto… ma fatto in casa è molto meglio).

CHUTNEY DI MANGO
Ingredienti:

450g di mango
200g di uvetta
200g di zucchero di canna
200 ml di aceto di vino bianco
1  cucchiaio di sale
1 cipolla rossa
1 spicchio d’aglio
1 radice di zenzero fresco
1 peperoncino piccante

Mondare e tagliare a pezzetti il mango, affettare la cipolla e l’aglio, fare una brunoise con lo zenzero pelato. Mettere tutto in tegame insieme a uvetta, zucchero, aceto e sale. Porre la pentola sul fuoco e far cucocere a fuoco basso per almeno un’ora (tutti gli ingredienti devono amalgamarsi e disfarsi, anche se rimangono riconoscibili). Dopo un’ora la composta va invasata a caldo in un vasetto sterilizzato (nel programma viene anche spiegato per bene come si fa). Aggiungere il peperoncino intero e lavato nel vasetto (se si desidera un chutney molto piccante, si può spezzettare un altro po’ di peperoncino e mischiarlo al resto degli ingredienti, fuori dal fuoco).

Il chutney, prima di essere consumato al meglio, va fatto riposare in un luogo fresco e buio per una quindicina di giorni. Una volta aperto si mantiene per circa due mesi in frigo.

Pin It

Related Posts

4 Responses to Cose buone da conservare: mango chutney

  1. Sandra scrive:

    Ciao Camilla.
    Bellissime la tua trasmissione. Bravissima tu.
    Oggi mi appuntata la ricetta della composta di carote ma, settimana scorsa, non sono stata altrettanto diligente a scrivermi la ricette della marmellata di limoni … e se me la mandassi ;o)

    Ho comprato limoni biologici pensando di ricordarmi dosi e procedimento… Ma ora ho solo dubbi.

    Ti ringrazio comunque per quello che mostri e, se potrai, per la ricetta.

    Ti seguirò con simpatia
    Sandra

  2. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    Ciao Sandra, purtroppo questo non è il blog di Camilla, quindi scrivendo qui non ti rivolgi direttamente a lei :)
    Puoi scrivere un’email a canale@gamberorosso.it per scrivere a Camilla, sicuramente avrai risposta.
    Comunque, a quanto so, sul sito http://www.gamberorosso.it saranno inserite tutte le ricette della trasmissione.

  3. Paola scrive:

    Buonasera!
    Alla fine mi sono decisa di scrivere giusto per dare un punto di vista diverso da quello che leggo in giro sulla sig.ra Monteduro Camilla.
    Ho avuto il dispiacere di conoscerla in una situazione non formale e non lavorativa era insieme alla sua famiglia, figli e marito.
    Riporto solo quello che ho visto e cioè;
    -non è affatto carina e simpatica come finge di essere durante le riprese delle sue ricette o quando lavora,
    -non lo mai vista sorridere anzi aveva sempre un mezzo broncio e un atteggiamento piuttosto altezzoso e snob,
    -non è affatto la ragazza della porta accanto o come si definisce “normale”, anzi non solo è benestante ma è arrivata dove sta grazie alle sue conoscenze e non certo per la casualità di trovarsi al posto giusto nel momento giusto.
    Infatti quando mi è capitato di vedere una delle sue puntate su sky, mi sembrava di vedere una persona totalmente diversa da quello che è la realtà.
    Credo piuttosto che sia una persona molto abile a fingere e che lo faccia costantemente.
    Per quanto riguarda le sua preparazione culinaria, se la sarà un po acquisita dalla mamma e sicuramente frequentando ristorante medio alti.
    Non è assolutamente la persona che vuole far credere di essere!

  4. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    Salve Paola, torno a specificare quanto detto in precedenza: questo non è il blog di Camilla Monteduro, qui è stata solo riportata una sua ricetta andata in onda in tv.
    Lascio visibile il suo commento qui, solo perchè mi sembra stupido censurare, ma trovo le sue parole davvero fuori luogo, anche perchè non credo che interessi a qualcuno se Camilla sia o no benestante, se abbia delle conoscenze o se tenga il broncio lontana delle telecamere.
    Per il resto, Foodie è un blog che si occupa di enogastronomia, non di pettegolezzi, quindi la invito a tornare a trovarci se le interessa il mondo del cibo. Se le interessano i gossip sulla vita privata delle persone, questo non è il sito che fa al caso suo.
    Grazie della visita.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php