Di utopie e acqua pubblica

by • 4 maggio 2011 • EventiComments (0)2278

Non ho mai fatto mistero delle mie idee. Fatta questa folgorante premessa, prima di iniziare il post, scrivo una roba scevra da dubbi: ANDATE A VOTARE AL REFERENDUM DEL 12 GIUGNO. Tutti. In massa. Convincete amici, cugini, zii. Portateci nonno di forza, se non vuole. Non ve ne fregherà niente del legittimo impedimento, non vi fregherà se vi mettono una centrale nucleare dietro casa (non iniziamo con la solita litania che ce le hanno pure in Francia, perchè, se io fossi un qualsiasi stato confinante con l’Italia, inizierei una guerra purchè un paese così poco affidabile come il nostro non riprenda in mano il discorso nucleare), ma dell’acqua vi deve fregare per forza, a tutti. L’acqua deve essere pubblica. Se ci lasciamo sfuggire questo punto, siamo alla catastrofe completa. Un assaggio lo abbiamo già avuto in Toscana e a Latina.
Vi segnalo poi un bell’articolo di Carlo Petrini (fondatore di Slow Food) sull’argomento.

Detto questo, la Città dell’Utopia di Roma è un laboratorio sociale e culturale che a me piace molto. E’ gestito, per conto del Comune di Roma, dal Servizio Civile Internazionale e propone quotidianamente eventi legati all’integrazione, alla solidarietà, al volontariato, ai diritti, ecc. Spesso, molto spesso, di queste tematiche così importanti si parla attraverso il cibo (come al Festival Internazionale delle Zuppe). Per chi non lo avesse ancora capito, la rivoluzione passa anche dalla tavola, dalla consapevolezza nell’acquisto, dalla conoscenza dell’altro. Così, oltre a consigliarvi di tenere d’occhio gli appuntamenti della Città dell’Utopia, vi segnalo due eventi dei prossimi giorni (copincollo dalla newsletter):

- Locanda Makì: “maquis” è il nome, in francese, di un tipo di ristorante-locanda diffuso in tutta l’Africa occidentale. Si tratta di luoghi popolari di incontro, scambio e svago. Generalmente non sono segnalati e non c’è nulla che identifica la loro funzione. E’ un pò come stare a casa, sono luoghi familiari creati dalle mani esperte di cuochi. Si mangia e si beve mentre si ascoltano racconti e si sorseggia il carcadè. Makì è la nuova versione meticciata, quella che offrono i rifugiati di questa città.
Domenica 8 maggio, ore 13: cucina senegalese (menu a 10 euro) + esposizione di tessuti e quadri africani. A cura del Laboratorio53, per prenotare info@laboratorio53.it.

- Social Wine For Water: serata di autofinanziamento per la campagna referendaria “2 Si per l’Acqua Bene Comune”. Degustazione di vini biologici a cura di Social Wine, concerto della Takadum Orchestra, concerto dei Blue Fuse duo, video e letture sull’acqua.
Venerdì 13 maggio, dalle ore 19. Sottoscrizione per la degustazione: 10 Euro. Iniziativa promossa da La Città dell’Utopia, CRBM, Social Wine.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php