Oltre il mercato, i prodotti

by • 12 gennaio 2012 • Prodotti, Tendenze culinarieComments (3)2795

La prossima edizione di Identità Golose, che si terrà dal 5 al 7 febbraio, avrà un tema molto in sintonia con noi di Foodie: “Oltre il mercato” è il filo conduttore lungo il quale si snoderanno gli interventi dei cuochi ospiti. Il ragionamento, quindi, quest’anno, supera le tecniche, la tecnologia, i sensazionalismi, per arrivare all’origine di tutto: le materie prime, i prodotti locali, gli ingredienti e il lavoro che c’è dietro di essi. Non stupisca, quindi, che a partecipare al congresso saranno quelli che su questo terreno hanno iniziato un lavoro di ricerca nobile e complicato, molto prima che “i localismi” tornassero tanto di moda.

Così ci sarà Gaston Acurio, alfiere della nuova cucina peruviana, star internazionale che, anni or sono, appena mossi i primi passi nella ristorazione, si rese subito conto che non aveva senso, per lui, servire cucina classica francese all’ombra delle Ande, tramutandosi in un vero e proprio paladino della biodiversità del Perù, che, grazie proprio ai cuochi come lui, si trova in un vero e proprio stato di grazia gastronomico.

Gaston Acurio @Astrid y Gaston

A Identità 2012 ci saranno i brasiliani, Alex Atala, Roberta Sudbrack e Rodrigo Oliveira, una sorta di rockstar mondiale sulle notte dell’Amazzonia il primo, first lady della brasilidad nell’alta cucina la seconda, giovane e scanzonato rivoluzionario il terzo: tre cuochi di stazza da non perdere assolutamente per capire come il Sudamerica stupirà il mondo.

Alex Atala

zucca brasiliana confettata in un piatto di Alex Atala

lumaconi di mare @Alex Atala del D.O.M di San Paolo del Brasile

succo di frutti brasiliani, funghi secchi e farina di banana @Roberta Sudbrack, del Sudbrack di Rio de Janeiro

Rodrigo Oliveira @Mocotò di San Paolo del Brasile

E poi ci saranno gli italiani, quelli che la rivoluzione delle materie prime ce l’hanno sotto pelle, per dna: immancabili, dalla Romagna, Pier Giorgio Parini e suo fratello Luca (che fa il mestiere più nobile del mondo, l’agricoltore), Pietro Zito, dall’Alta Murgia, che da tempo immemore mette la natura al servizio della cucina (o il contrario) in un paradiso sostenibile sulle strade millenarie della transumanza.
I nomi da elencare, tra italiani e stranieri, sono tanti, senza trascurare che, nelle varie sessioni, si parlerà di donne, di giovani chef, di pizza, di pasta, di pasticceria e di carne. Per informazioni più complete, spulciatevi il programma. Per approfondire l’argomento materie prime, vi rimando a un pezzo scritto, guarda caso, da me, per il sito di Identità Golose.

Pin It

Related Posts

3 Responses to Oltre il mercato, i prodotti

  1. agnese scrive:

    Mi è venuta una voglia di andarci… peccato che è a Milano e non a Roma.

  2. Pina_Sozio Pina_Sozio scrive:

    Ciao Agnese, vero che la distanza è un po’ un problema, Milano però ormai è davvero vicina e poi pare che Roma sia una candidata abbastanza accreditata per una delle prossime versioni di Identità Golose. Vedremo :)

  3. Enrico scrive:

    Chissà se riesco a farci un salto….
    Buon anno nuovo, anche se in ritardissimo :-)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php