Opperbacco… la birra parla abruzzese

by • 21 febbraio 2012 • BirraComments (6)780

Oltre agli arrosticini, la pasta e il pecorino… sembra proprio che l’Abruzzo faccia sul serio anche con la birra. Dopo Almond 22 di Spoltore,  vi racconto la storia di Opperbacco, un microbirrificio di Notaresco, in provincia di Teramo. Ho avuto la fortuna di conoscere il mastro birraio Luigi Recchiuti in occasione della Settimana della Birra Artigianale nel mio locale preferito: Il Torrione di San Benedetto del Tronto.

birra artigianale opperbacco abruzzo

la Eipiei

Così mentre sorseggiavo un profumato bicchiere di EiPiEi (spelling di IPA, India Pale Ale, lo stile a cui è ispirata), ho scoperto che a Notaresco da tre anni questo birrificio produce birra a partire da malti italiani e belgi, da luppoli per lo più americani, tedeschi e cechi e dalla squisita acqua d’Abruzzo che sgorga fresca a pochi chilometri dall’azienda.

“Quando mi chiedono qual è il legame tra la mia birra e il territorio” – mi spiega Luigi – “rispondo senza dubbio l’acqua. Poi in alcune birre come la Bianca Piperita utilizziamo miele e menta abruzzesi per aromatizzare la birra”. Sono 8 le birre prodotte e imbottigliate da Opperbacco:

  • Eipiei. L’ho assaggiata a pompa e in bottiglia. Una IPA degna dei più puri modelli inglesi, con un naso fiorito di luppolo e una componente amara all’assaggio che sfuma in una nota quasi caramellata. Abbiamo azzardato anche un abbinamento: pesce arrostito sulla brace o più classico hamburger.
  • Tripping flower. È l’unica fuori stile del birrificio prodotta con luppoli in fiore nobili che le regalano un’aromaticità più intensa. Il nome è un omaggio all’omonimo gruppo pescarese dei Tripping flower che fa musica rock anni’60 come suggerisce la grafica dell’etichetta di questa birra.
etochetta birra trippling flower opperbacco

l'etichetta della Tripping Flower

  • 4punto7. È una birra d’ispirazione tedesca in cui i profumi del luppolo sono in equilibrio con quelli più morbidi del malto.
  • Bianca Piperita. Una blanche belga incontra l’Abruzzo in questa birra fresca e speziata. L’arancio e il coriandolo del naso si fondono alle note di menta piperita e di miele in un’armonia ben bilanciata. Luigi ce la consiglia per il pesce.
  • L’una. Una birra chiara leggermente speziata di arancio e coriandolo.
  • TriplIpa. “Il nome TriplIPA nasce dall’unione degli stili a cui si ispira: lo stile “triple”, da cui riprende i malti ed il lievito, e lo stile “IPA” da cui riprende la luppolatura. Il risultato è una birra bionda, beverina, amara (56 IBU), che gioca con le mille sfumature dei luppoli impiegati” – fonte www.opperbacco.it
luigi recchiuti masto birraio opperbacco

Luigi Recchiuti, credits www.mondobirra.org

  • 10eLode. Non poteva mancare una birra d’ispirazione trappista nella gamma del birrificio, ed eccola qui con sei tipi diversi di malto d’orzo che le regalano i sentori caramellati e tostati delle più grandi birre d’Abbazia europee.
  • Overdose.  Se non vi piacciono le birre amare… lasciate stare. Ma se, come me, il bitter vi esalta concedetevi questa overdose di luppoli. 359 IBU(gradi di amaro) per un volume alcolico di 9,2%, è il frutto della collaborazione di tre birrifici: Opperbacco, Dada e Foglie d’Erba per questa Imperial Ipa con evidenti echi americani. Ottimo il risultato.

Così dopo pochi anni il piccolo birrificio di Opperbacco (sono solo in tre) esporta in Norvegia ed è distribuito in tutta Italia. “Abbiamo raddoppiato la produzione dall’anno scorso” – mi spiega sorridente Luigi, quando gli chiedo come vanno gli affari con questa crisi – “e al secondo anno abbiamo dovuto ampliare gli impianti di produzione. Ora sono del tutto nuovi e progettati direttamente da me”.

Per visite al birrificio contattate:

Agripub via Casarino, 21 – Notaresco (TERAMO)

Dal giovedì alla domenica dalle ore 20.30

Tel : 328 3156009

Opperbacco, Notaresco (TE)

www.opperbacco.it

info@opperbacco.it

Pin It

Related Posts

6 Responses to Opperbacco… la birra parla abruzzese

  1. velleitario scrive:

    EiPiEi -> APA
    AiPiEi -> IPA

  2. agnese scrive:

    Ciao Laura! Una domanda un po’ particolare che non c’entra niente col post: tu per caso conosci o hai mai provato la torta meletti che una volta servivano al Meletti di Ascoli? Sto cercando di reperire info a riguardo e dato che sei di san benedetto magari ne sai qualcosa. Grazie mille! ;)

  3. Ciao Agnese, torta al cioccolato mai e non l’ho mai sentita in particolare. Meletti fa ottimi cioccolatini all’Anisetta (e purtroppo li conosco bene :) ) ma altro non mi risulta. Ora chiedo ai miei amici ascolani, magari sanno qualcosa in più. A te cosa serve di preciso?

  4. agnese scrive:

    Io stavo cercando la ricetta della torta meletti… magari anche sapere com’era fatta esteticamente, ma mi sa che sarebbe chiedere troppo. Comunque grazie!

  5. Ti faccio sapere se reperisco qualche info ;)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php