Vero o falso, i luoghi comuni del cibo

by • 1 febbraio 2012 • alimentazioneComments (3)3425

La mia passione per sondaggi e statistiche vi perseguita. Ecco allora un breve post sui luoghi comuni (da sfatare o da confermare) riguardo al cibo e l’alimentazione. A breve farò la stessa cosa sulla cucina… ne scoprirete di cose! Buona lettura.

La vitamina C previene il raffreddore – falso

Mangiare arance e mandarini e assumere compresse effervescenti di vitamina C non ci salverà dall’influenza. “Assumere dosi massicce di vitamina C non serve a proteggerci dall’influenza e dal raffreddore” – leggo su NewsFood – “anzi, e’ messo in superlavoro il rene che deve eliminarla, con qualche complicazione relativa alla formazione di ossalati, cioè dei calcoli. Insomma la vitamina C in eccesso, l’organismo la elimina con la pipì”. Secondo Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc, solo un’alimentazione sana può ridurre sensibilmente il rischio di ammalarsi, perché il nostro fisico è più forte e in equilibrio.
la vitamina c non allontana il raffreddore

Il caffè lungo è più leggere del ristretto – falso

È esattamente il contrario. Se consideriamo un caffè espresso, la quantità di caffeina messa in tazzina è costante nel tempo; per cui a un tempo di estrazione più lungo corrisponde una percentuale di caffeina più elevata.

La pasta e il pane fanno ingrassare – falso
“Uno degli errori più comuni che si fanno quando si intraprende una dieta dimagrante è quello di ridurre o eliminare pane e pasta, perché hanno tante calorie e fanno ingrassare. Niente di più lontano dalla realtà” (fonte Obesità.org). Pensate che 100 grammi di pasta al pomodoro hanno circa 370 calorie e una dieta ipocalorica ne concede 900-1000 a pasto.

Aggiungo che i carboidrati complessi aumentano il senso di sazietà e forniscono all’organismo zuccheri che vengono subito bruciati, per questo non devono mancare nell’alimentazione degli sportivi o dei giovani studenti.

pasta e dieta

La cioccolata è un antidepressivo – vero

“Il suo valore antidepressivo ha basi neurofisiologiche, in quanto la presenza di alcune sostanze psicoattive (teobromina, caffeina, fenilalanina e tiroxina) spiegherebbe l’efficacia del cioccolato nel contrastare stati di ansietà e di depressione.” – spiega la la Psicologa Anna Maria Rapone.

Alcune ricerche dimostrano che chi soffre per amore mangia cioccolato perché contiene la stessa sostanza chimica che il cervello produce quando ci innamoriamo. La serotonina (la cui produzione è indotta dal cacao) libera invece le endorfine, migliorando l’umore e limitando le crisi depressive.

L’olio dal colore verde è un buon olio – falso
Mi dispiace deludere i più… ma il colore dell’olio non è indice di buona o cattiva qualità. I degustatori di olio utilizzano un bicchiere di vetro blu per gli assaggi, appositamente per non farsi influenzare dal colore. Una tonalità verdastra nell’olio è sicuramente sinonimo di un prodotto fresco e giovane, ma non può darci altre informazioni utili per giudicarne la bontà. Se volete sapere di più, ho scritto un post sull’argomento “degustazione olio” l’anno scorso.

bicchieri per l'assaggio dell'olio

i bicchieri per l'assaggio dell'olio

I formaggi light non esistono – vero

Mozzarella, ricotta, stracchino o robiola? Nessuno formaggio si può considerare dietetico per via dei molti grassi di origine animale che contengono. Andrebbero mangiati non più di un paio di volte a settimana” (sigh!!).  L’oscar dei più magri va a ricotta e fiocchi di latte (11-13 % di grassi), seguiti dai formaggi freschi (grassi 20-25%). Quelli stagionati contengono invece fino ed oltre il 35% di grassi.

Pin It

Related Posts

3 Responses to Vero o falso, i luoghi comuni del cibo

  1. agnese scrive:

    questo post mi piace. preciso ed utile. Lo linko subito

  2. Ciao Agnese, grazie per il link ! E’ stato simpatico anche per me scriverlo :)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php