Birra San Gabriel: un po’di Baviera in Veneto

by • 19 aprile 2012 • Birra, ProdottiComments (2)5090

Il Birrificio San Gabriel si trova a Busco Ponte di Piave, in provincia di Treviso dove l’acqua è quella del fiume (Piave, appunto), il luppolo bruscandeo nasce spontaneo lungo le siepi della campagna, i cereali crescono senza troppi sforzi. Sarà per questo che qui già nel Medioevo i monaci dell’Abbazia benedettina producevano birra e bevande medicali a base di erbe. Così forte di una grande vocazione territoriale, dal 1997 questo micro birrificio crea birre che coniugano intelligentemente la tradizione tedesca con quella italiana e ne fanno qualcosa in più.

birre artigianali san gabriel

Io li ho conosciuti al Vinitaly, quando stanca di tanto vino mi sono buttata nel padiglione Agrifood e imbattuta nella Bionda… di nome e di fatto. Un sorso e mi ha sorpreso per la chiarezza del gusto: un ingresso morbido, poi cereali e in fine una nota amara… semplice ma perfetta.

Allora mi sono appassionata all’argomento e ho scoperto la filosofia di questo birrificio che – alla faccia dei tanti che scelgono il Belgio come riferimento – parte dalla grande tradizione tedesca per sviluppare birre pure con materie prime di grande qualità e legate al territorio veneto.

Un esempio? Le birre ai tre radicchi:

Ambra Rossa – al radicchio rosso di Treviso con un gusto leggermente vegetale stemperato dalla nota caramellata.

Rossa di Chioggia – al radicchio di Chioggia, una birra ancora in fase di studio in collaborazione con li consorzio dell’omonimo radicchio. Pare che già nel Mille i monaci benedettini locali producessero una birra simile impiegando il radicchio come stabilizzante per la bevanda, solo dopo fu introdotto dagli stessi monaci anche il luppolo.

La Rossa di Verona – al radicchio di Verona.

birra al radicchio san gabriel

Ma c’è anche la Birra dell’Apostolo, prodotta solo in autunno con il miele di castagno di Combai (Treviso),e la dolce Nera di Tarso, con il fico secco delle zone pedemontane venete.

La gamma è vasta, insomma. La potete scoprire da soli sul loro sito web; io mi permetto solo di influenzarvi un po’ consigliandovi la Birra del Tempio, una blanche ai quattro cerali (ovviamente di produzione propria) lievemente speziata … Tanto piacevole che secondo me per l’aperitivo se la batte con lo Spritz (che in Veneto non è poco!).

Pin It

Related Posts

2 Responses to Birra San Gabriel: un po’di Baviera in Veneto

  1. Ghiay scrive:

    Accidenti quante birre esistono, non ne avevo idea!

  2. Eh sì! Io sono testimone :) oculare! Io sono marchigiana e da me non le ho mai vsite, ma credo che in Veneto e in generale nel nord siano abbastanza diffuse.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php