ALMA Caseus: i migliori formaggi d’Italia

by • 11 maggio 2012 • ProdottiComments (0)4046

Al Cibus di Parma ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana lancia un concorso nazionale tutto dedicato ai formaggi italiani e agli operatori del mondo caseario.

Erborinato di capra al latte crudo affinato nei frutti di bosco e petali di rosa

Vaccini, ovini, caprini o misti. Erborinati, a pasta molle, dura o filata, freschi o stagionati. Sono solo alcune delle infinite tipologie del prodotto caseario italiano. Un patrimonio di sapori e saperi ereditato da generazioni di allevatori, artigiani e affinatori che ALMA vuole promuovere e salvaguardare proprio lanciando un concorso a esso dedicato: ALMA Caseus.

Due sono le sezioni del Concorso: una dedicata ai professionisti - ovvero coloro che scelgono, tagliano, servono e comunicano il formaggio e sappiamo quanto è importante trovare qualcuno ce ci consigli al banco formaggi – e una dedicata  dedicata ai prodotti.

Questa nuova avventura di ALMA, che già dedica molto spazio alla cultura del formaggio nei suoi corsi di cucina per aspiranti chef, è nata insieme a Renato Brancaleoni, un affinatore di fama internazionale esperto e appassionato che ogni anno seleziona personalmente formaggi italiani e francesi per la sua “fossa dell’abbondanza”, nel piccolo paese di Roncofreddo, sulle colline sopra a Cesena. Un luogo da scoprire che ho raccontato nel mio post sulla fossa di Renato. Renato Brancaleoni è presidente del concorso e ha selezionato una giuria di super esperti affinatori e produttori di lunga esperienza avvezzi a competizioni mondiali per giudicare prodotti e operatori.

Il Caseificio Perenzin della provincia di Treviso che ha vinto la competizione ALMA Caseus nella sezione professionisti

I sei finalisti della sezione professionisti hanno prima partecipato a una degustazione alla cieca di cinque tipologie di formaggio con relativo riconoscimento e ad un test  di  cultura sulla conoscenza dell’universo caseario italiano. Poi sono passati ad altre tre prove: allestire un banco di vendita con 10 formaggi italiani DOP e cinque non DOP, simulare il momento della comunicazione e vendita dei prodotti al cliente, eseguire il taglio di precisione su una forma dal peso sconosciuto. Le sei postazioni dei finalisti, che simulavano dei piccoli banchi di vendita hanno svolto le prove simultaneamente, con il pubblico e la giuria che passava tra le postazioni e il primo premio è andato alla Latteria Perenzin della provincia di Treviso, un caseificio artigianale da 4 generazioni con punto vendita portato avanti con passione dalla famiglia Perenzin. Certamente un luogo da appuntare nell’agenda del foodie in viaggio.

La prova del taglio di precisione

Per la sezione formaggi invece, divisa in 3  macro-categorie – formaggio di fattoria, formaggio artigianale e formaggio da gran mercato -  e con vari criteri di classificazione come la provenienza del latte lavorato, la tipologia della materia prima impiegata, l’eventuale trattamento termico subito, le forme che erano arrivate da tutta Italia per questa prima edizione del concorso erano 180.

Ecco l’elenco dei formaggi premiati con la medaglia d’oro” ALMA Caseus:

- CATEGORIA PARMIGIANO-REGGIANO Parmigiano Reggiano DOP – 26-28 mesi: Azienda Agricola Bonati Giorgio di Basilicanova di Montechiarugolo (Parma) – CATEGORIA ERBORINATI Blu 61: La Casearia Carpenedo di Camalò di Povegliano (Treviso)

- CATEGORIA FORMAGGIO DI FATTORIA (LATTE VACCINO) Gioia del pastore: De’ Magi Alchimia de’ Formaggi di Castiglion Fiorentino (Arezzo).

- CATEGORIA GRAN MERCATO (LATTE VACCINO) Squacquerone: Caseificio Comellini Roberto di Castel S. Pietro Terme (Bologna).

Tutti i prodotti che hanno vinto le varie competizioni riceveranno un bollino ALMA Caseus. Un marchio di qualità che distingue e premia chi davvero lavora alla ricerca della qualità, uno sprone per gli altri operatori a fare meglio e uno strumento un più per chi consuma e deve orientarsi nella miriade di prodotti sul mercato.

Il canestrato di Moliterno, prodotto lucano IGP, è stato sezionato dai partecipanti in gara per la prova di taglio di precisione

Per la sezione professionisti l’appuntamento è il prossimo anno, mentre per i prodotti ci si vede fra due anni. Speriamo sempre più numerosi.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php