Sognando la Francia dei castelli

by • 10 agosto 2012 • Itinerari, VinoComments (2)2570

A me il caldo fa venire voglia di Francia, di boschi, di vigneti, di vita scandita dai prosit. Mi sono ritrovata a sognare un sogno ricorrente grazie alla segnalazione di una collega che, lavorando per una società immobiliare, la Sorgente group, mi ha fatto conoscere due château francesi (del circuito Relais&Châteaux), che, oltre all’eccellenza dell’ospitalità, dedicano molta attenzione al lato più godereccio dei soggiorni: il cibo. E non è poi così scontato, data l’immagine un po’ banalizzata che abbiamo della ristorazione d’albergo, salvo eccezioni.
Il primo, il castello medievale Château de Codignat, è in Alvernia, regione della Francia centro-meridionale, concentrata intorno al maestoso Massiccio Centrale: zona sciistica, termale, ma anche agricola, l’Alvernia produce formaggi come il Bleu d’Auvergne, uno degli erborinati più gustosi della tavola francese. Io l’Auvergne l’ho conosciuta nei romanzi di Pennac, come patria di alcuni dei personaggi più peculiari della saga dei Malaussène, ma questa è ancora un’altra storia.


Château de Codignat ha raggiunto 40 anni di vita (come albergo) e ottenuto da poco le 5 stelle: si tratta di un castello da fiaba, aperto da marzo a ottobre, un posto non adatto a vacanze normali, intendiamoci, è posto di lusso e di prezzo. Però non è irragiungibile per noi umani: a ben guardare il listino, si parte da circa 110 euro a persona (a notte), tariffe che mi spingono a sognare seriamente, per un’occasione speciale, ad esempio, un weekend a Codignat. Un regalo da tenere a mente, soprattutto per noi mangioni, dato che per il 2012, l’offerta gastronomica del castello si è arricchita di mille opportunità: il pacchetto “Cooking Lessons”, per iniziare, avvicina gli ospiti alla cucina francese dello chef stellato Mathieu Barbet; il pacchetto “Wine Tasting”, naturalmente concentrato sui vini, si basa su una cantina, quella dello Château, che ha a disposizione oltre 600 referenze; e poi c’è il ristorante della struttura, diretto da Barbet, che, alla carta o con formule gourmand che partono da 57 euro, offre uno sguardo sulla cucina regionale e sui grandi prodotti di Francia (godetevi i menu sul sito, è tutto on-line).


Oltre a Château de Codignat, il gruppo Sorgente gestisce anche Château de Mirambeau, nella Regione Charente-Maritime, a circa 70 km da Bordeaux. Quest’ultimo le 5 stelle le ha avute già a fine 2011. La sua bella posizione, fra i terroir di Bordeaux e Cognac, fa si che abbia un’offerta (di cantina) ben articolata su queste due appellation. Una degustazione di Cognac in un’antica fortezza medievale come vi sembra? Sognare fa bene allo spirito.

Pin It

Related Posts

2 Responses to Sognando la Francia dei castelli

  1. Enrico scrive:

    Il faut y aller absoluement :)
    Il mio prossimo viaggio in Francia sarà nel Périgord spero in autunno se vi volete unire ;))

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php