Pasta & il Rome Sustainable Food Project

by • 18 novembre 2013 • cibo e culturaComments (0)10721

Antefatto: qualche anno fa mi capitò di andare all’Accademia Americana di Roma per scrivere un reportage per il Gambero Rosso. Ci andavo perchè era uscito qualche mese prima un libro della Phaidon in cui si inseriva l’allora executive chef dell’accademia, Mona Talbott, tra i migliori cuochi al mondo. Avevo sentito parlare di un luogo meraviglioso e il fatto che fosse accessibile solo agli studenti e ai residenti dell’AAR gli conferiva anche un alone di mistero. Scoprì non solo un luogo meraviglioso e misterioso, ma anche un luogo magico, di belle persone e buone pratiche, in uno dei posti più belli del mondo, il Gianicolo.

www.aarome.org

foto di Annie Schlechter

foto di Annie Schlechter

Tra i vari progetti umanistici che l’American Academy sostiene (è un ente di formazione, senza scopo di lucro), qui si porta avanti da tempo un Sustainable Food Project basato su alcuni semplici concetti: la tavola deve essere l’incontro gioioso delle energie che ogni giorno lavorano in accademia e, per essere tale, deve ospitare cibo buono, sano, locale, sostenibile. Nel 2006, su questo assunto, i dirigenti dell’Accademia affidarono ad Alice Waters il compito di ripensare la cucina in questo senso: la Waters spedì a Roma alcuni suoi stretti collaboratori di Chez Panisse, Mona Talbott e Chris Boswell. Fu la rivoluzione: dal 2007 nello splendido giardino di via Masina iniziarono a crescere rigogliosi un orto e un frutteto, che andarono ad affiancare la spesa contadina alla base della “mensa”. I collaboratori italiani furono chiamati a raccolta per insegnare ricette tradizionali ai cuochi, si iniziò ad autoprodurre, a riciclare e a fare compostaggio. E, cosa non trascurabile, si comincio a mangiare davvero bene. Negli anni il progetto è cresciuto, la cucina ha ospitato studenti in arrivo da tutti i continenti, Mona Talbott ha scritto due libri, uno “Biscotti”, in cui sono raccolte le tante golose ricette di biscotti, appunto, prodotti in Accademia, l’altro “Zuppe“, stessa genesi.

Oggi: Mona Talbott, prima executive chef dell’AAR, da qualche tempo è tornata negli States, lasciando il testimone a Chris Boswell, che, nel frattempo, ha scritto anche un libro: si chiama “Pasta” ed è un manuale-ricettario sulle paste e sui sughi che ogni giorno ingolosiscono la tavola dell’Accademia. Se non volete perdere l’occasione unica di acquistare il libro, visitare l’accademia e pranzare bene in un luogo raro, al contempo sostenendo le attività dell’Academy, allora non prendete impegni per sabato 23 novembre alle 11. Questo il link per registrarsi all’evento.

foto di Annie Schlechter

foto di Annie Schlechter

foto di Annie Schlechter

foto di Annie Schlechter

Pasta

    foto di Annie Schlechter

foto di Annie Schlechter

    foto di Annie Schlechter

foto di Annie Schlechter

 

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php