Conciati per le feste: menu del Natale antispreco

by • 24 dicembre 2013 • RicetteComments (0)8498

Come ogni anno, le donne di Foodie condividono il loro menu delle feste in questo spazio. Se negli scorsi anni abbiamo parlato della tavola della vigilia, con ricette più o meno tradizionali di ogni parte d’Italia, quest’anno vi anticipiamo cosa sarà domani nei nostri piatti, con un menu costruito anche per abbassare gli sprechi ed economizzare le spese, che si sa: sono mesi difficili, ma noi vogliamo goderci le feste sempre con lo stesso spirito godereccio che ci contraddistingue, in barba a chi dice che quest’anno non si debba festeggiare, perché un modo diverso c’è, eccome, per vivere bene senza sottostare ai comandamenti del consumo. Perciò troverete, nell’ordine: un antipasto-drink sfizioso, ottimo per stupire i vostri ospiti (e anche per valorizzare avanzi di salame);  saporiti tortellini fatti in casa, che nel ripieno riutilizzano un avanzo della domenica; un delizioso pollo panato, carne economica, buona e salutare (utilizzate polli allevati con metodo biologico, pero!); infine un classico  del centro Italia, il panpepato, preparazione ottima per riusare tutta la frutta secca e candita che accumuliamo in autunno nelle nostre dispense.

- LAURA: SPRITZ MANGIA&BEVI
Questo aperitivo è perfetto per aspettare gli ospiti ritardatari, un cocktail semplicissimo “impreziosito” dalla marchigianità del ciaiuscolo. Le note amarognole e agrumate dello Spritz si sposano alla perfezione con il sapore opulento di questo salame.

spritz

INGREDIENTI
- Per lo Spritz: 2 parti di Aperol; 2 parti di Prosecco; uno spruzzo di seltz; ghiaccio; olive verdi; fettine d’arancia
- Per i canapè: 4 fette di pancarrè; 4 fette di ciauscolo

Preparate lo spirtz mescolando insieme Aperol e Prosecco, unite uno spruzzo di seltz. Distribuite il cocktail nei bicchieri freddati con abbondante ghiaccio. Completate con uno spruzzo d seltz e con l’oliva verde. Ricavate quattro dischi dal pancarrè e tostateli brevemente in forno. Affettate il ciauscolo e privatelo della pelle. Componete i canapè, intagliateli leggermente da un lato e disponeteli sul bordo del bicchiere. Completate con una fetta d’arancia per dare colore al tutto. Bere subito.

- PINA: I TORTELLINI ALL’IRPINA
Zero gradi all’esterno, caminetto acceso e tanto tempo per stare rilassati: ecco gli ingredienti per i tortellini di casa mia. Con tutto il rispetto per la grande tradizione bolognese, nel mio ripieno sono entrati gli avanzi di un pollo arrosto del giorno precedente, insieme ad altre carni e all’immancabile Parmigiano Reggiano (un 36 mesi di stagionatura). Dato che i tortellini vanno assolutamente mangiati in un buon brodo di pollo, potete anche riutilizzare un po’ della carne cotta nel brodo per insaporire il ripieno.

tortellini

INGREDIENTI
Per il ripieno:
- 150 g pollo
- 1 salsiccia di maiale
- 100 g di macinato di vitello
- 60 g di Mortadella di Bologna
- 50 g di zucca cotta in forno
- Parmigiano Reggiano grattugiato
- 1 uovo
- noce moscata
- pepe nero
- un pizzico di sale

Per la sfoglia:
4 uova intere per circa 400 g di farina (150 g di grano duro Senatore Cappelli e 250 g di grano tenero 0)
un filo d’olio extravergine

Impastare uova, farina e olio per la sfoglia, lavorando bene, fino a ottenere un panetto liscio e compatto. Chiudere in una pellicola alimentare e far riposare almeno un paio d’ore: l’elasticità della pasta dopo il riposo è molto migliore.
Preparare il ripieno. [Tra i bolognesi ci sono diverse scuole di pensiero sul ripieno crudo o cotto; io, nella mia versione casalinga, avendo utilizzato anche gli avanzi di un pollo già cotto, preferisco cuocere leggermente le carni crude da utilizzare per la farcitura]. Quindi, spellare la salsiccia, spezzettarla e passarla in padella a fuoco basso, insieme al macinato di vitello. Appena le carni hanno preso colore, tritarle nel mixer, insieme al pollo, la mortadella, i pezzetti di zucca asciugata in forno. Mescolarle a mano con l’uovo, la noce moscata, il pepe nero, il sale e cucchiaiate di Parmigiano, fino a ottenere una consistenza soda e l’equilibrio dei sapori (non bisogna far prevalere nessun ingrediente). Mettere a riposare in frigorifero.
Passato il tempo giusto, su un tagliere di legno iniziare a stendere un pezzetto di pasta in una sfoglia sottile, a mano o con la macchina della pasta. [Procedere poco alla volta, perché, se la pasta si secca, poi facciamo fatica a sigillare bene i tortellini]. Tagliare la sfoglia in quadratini di 3-4 cm per lato, riempire con palline di ripieno, chiudere le due estremità dei singoli pezzi a triangolo, sigillare e avvolgere intorno al dito per ottenere il tortellino [proprio come in questo video]. Farli asciugare e conservarli in frigorifero, se non li si mangia in giornata. Cuocere i tortellini in brodo di pollo bollente, fino a che non risalgono a galla; spegnere il fornello e lasciarli riposare per un paio di minuti, prima di servire, in modo da farli innamorare del brodo (nota poetica che ho imparato guardando il programma Vito con i suoi!).

- SARA: POLLO CROCCANTE ALLE ERBE
Quest’anno niente arrosti, involtini in umido o abbacchio al forno. Il pranzo di Natale lo preparo io e a cuocere nel mio forno ci sarà il mio mitico pollo croccante alle erbe. Ci vuole un attimo e il risultato è super garantito.
INGREDIENTI
- 3 cosce e sovracosce di pollo
- 2 uova
- Pangrattato
- Erbe aromatiche (maggiorana, timo, rosmarino, salvia)
- Paprika
- Sale
- Olio

Fatevi dividere il pollo dal macellaio a pezzi della stessa misura. Asciugate bene la carne con della carta assorbente. In una ciotola sbattere le uova e aggiungere un pizzico di sale. Lavare le erbette, asciugare per bene e tritarle al coltello, aggiungerle al pangrattato (io ci metto anche un piccolo spicchio d’aglio tritato). Quindi passare il pollo prima nell’uovo, poi nel pangrattato aromatizzato e in ultimo nella paprika . Foderare una teglia con carta da forno, spennellare la carne con olio extra vergine d’oliva e aggiustare di sale. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per almeno 20 minuti, in ogni caso fino a doratura. Servire caldo e croccante! Io quest’anno lo accompagnerò con delle saporitissime rape rosse cotte al forno che fanno tanto Natale…

- SILVIA: IL PANPEPATO UMBRO
La frutta secca sposa quella candita, il miele, il cioccolato e le spezie con alcune piccole varianti da zona a zona. Questo è un dolce che si fa in tutto il centro Italia, da Ferrara alla Ciociaria,  ma io vi propongo la ricetta di quello umbro, così come lo faceva la mia nonna folignate.

panpepato

INGREDIENTI
- 100 g di miele
 liquido
- 150 g di frutta secca mista 
sbucciata (nocciole, noci, mandorle, pinoli)
- 50 g di cioccolato fondente
- Farina bianca q.b.
- Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio
- 1 pizzico di noce moscata
- 1 pizzico di cannella
- 1 
pizzico di pepe
- 50 gr di frutti canditi
Se la frutta secca non l’avete trovata sbucciata, scottate noci e mandorle in acqua bollente e spellatele. Passate le nocciole in forno qualche minuto per farle abbrustolire e strofinatele con un panno.  Sciogliete a bagnomaria il miele e la cioccolata, aggiungete la farina setacciata, versate la frutta secca, i canditi e le spezie. Quando l’impasto è omogeneo e ha la consistenza del pane versate l’olio d’oliva sul piano dove state impastando e un pochino sulle mani per evitare che si attacchi. Completate l’impasto formando due panetti tondi e lasciateli riposare per un’oretta. Infornate a 180° per 20 minuti.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php