Pizza gourmet, serata speciale da Mamma Rosa

by • 31 marzo 2014 • Tendenze culinarieComments (0)3831

Quello della pizza gourmet è fenomeno che dal nord (uno per tutti, Simone Padoan con I Tigli di Verona) si è esteso verso sud ottenendo numerosi proseliti nella Capitale (La Fucina di Edorado Papa) fino ad arrivare in Abruzzo con la belle realtà di Percorsi di Gusto (L’Aquila).

La differenza tra una pizza e una pizza gourmet, per convenzioni gastronomiche non scritte, sta nella modalità di condimento che lascia ampio spazio alla creatività dello pizzaiolo, o meglio, dello chef, oltre che nel servizio che prevede che la pizza già tagliata a spicchi nella formula della degustazione. La lievitazione degli impasti è rigorosamente naturale. Così c’è la pizza Viaggio in Giappone di Padoan (fiordilatte, quinoa, raperonzoli alla soia, topinambur grigliato, branzino al vapore e pesce essiccato), la pizza con burrata di Andria, calamari marinati in olio e limone e conditi con aceto balsamico e prezzemolo della Fucina, la Ricordi di Romagna (squaquerone, fiordilatte, cipollotto arrostito, prosciutto crudo e rucola) di Stefano Ciotti dell’Urbino dei Laghi…

pizza gourmet

Gli chef della serata Pizza Gouremt – foto Samuela Conti

 

Avrete capito che siamo lontani dall’idea della pizzetta; la pizza gourmet è un prodotto di alta cucina, un modo differente di interpretare un grande patrimonio della cucina italiana. Da queste considerazioni l’idea del vulcanico Marcello D’Erasmo che giovedì 27 marzo ha ospitato nella sua pizzeria Mamma Rosa di Ortezzano una serata tutta dedicata a questo nuovo modo di intendere la pizza. Marcello è campione del mondo di pizza napoletana e nel suo locale sono, e continueranno ad essere, le bufaline, le margherite e le pizze fritte le protagoniste dell’offerta.

Marcello D'Erasmo e la pizza "porchetta" dello chef Garofoli - foto Samuela Conti

Marcello D’Erasmo e la pizza “porchetta” dello chef Garofoli – foto Samuela Conti

 

Tuttavia, una volta l’anno val bene proporre una novità. Ecco così convocati alla sua corte quattro tra i più bravi chef marchigiani: Aurelio Damiani (Trattoria Damiani&Rossi Porto San Giorgio), Gianpiero Giammarini (Ristorante I Piceni di Ortezzano), Enrico Mazzarroni (Ristorante Il Tiglio Montemonaco) e Massimo Garofoli (ex chef del Mood di Civitanova e a breve del Piccantino).

A partire dall’ottima base di Marcello d’Erasmo – ottenuta da farine italiane, pasta di riporto e lunghe lievitazioni – ogni chef ha elaborato un condimento. La pizza al baccalà di Gianpiero Giammarini parte dall’idea di sostituire la mozzarella con un latte ottenuto dalla riduzione degli scarti di lavorazione del baccalà. Aurelio Damiani stupisce con una pizza Cacio&Pepe (pepe di Sarawak) che conferma il talento dello chef nel rendere speciali abbinamenti semplicissimi.

pizza gouremet

pizza con latte di baccalà, baccalà, pomodori confit, limone e timo dello chef Giammarini

 

Massimo Garofoli ci ha proposto una pizza “tutta intorno alla porchetta”, con una crema d’aglio e pecorino, lumachine in porchetta, fave e una tenerissima porchetta cotta a bassa temperatura. Al dolce ci ha pensato la pizza del buon Enrico Mazzarroni, l’unica ad usare l’impasto asciutto e dorato della pizza fritta. La proposta dello chef è una pizza con crema pasticcera, insalata di fragole, panna, il tutto congelato al momento con l’azoto liquido.

enrico mazzarroni chef

Lo Chef Enrico Mazzarroni prepara la sua pizza – foto Samuela Conti

 

Una serata d’eccezione per la pizzeria Mamma Rosa che vuole rimanere una pizzeria napoletana autentica continuando a promuovere quel modo di fare pizza che ci rende unici nel mondo.

pizza napoletana

la Bufalina Pizza Napoletana di Marcello D’Erasmo – foto Samuela Conti

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php