Piadine integrali, piadine spaziali

by • 6 maggio 2014 • RicetteComments (0)3176

È il contesto socio-politico-economico in cui viviamo che lo richiede: certe cose o le fai fatte bene o non le fai per niente. Ci si deve specializzare e cercare di farlo al meglio. Così anche una serata tra amici e un barattolo di strutto casalingo buono possono bastare per trasformare la cucina di casa in un laboratorio artigianale di piadine, anche solo per una sera. E proprio come farebbe un bravo professionista che si rispetti, si scelgono con cura materie prime e abbinamenti.

Un chilo di farina integrale Solina e un chilo di farro, il monococco, per l’impasto, il tutto firmato Azienda Agricola Poggi. Squacquerone buono, prosciutto crudo serio e rucola per le classiche farciture. Poi ricotta di pecora freschissima da abbinare a pomodorini secchi sott’olio, prosciutto cotto, spinacini freschi crudi. Ma perché fermarsi o accontentarsi delle solite farciture: quei preziosi dischi di pasta chiedevano di più. Provola podolica tagliata a fette con speck altoatesino super artigianale, e un’insalata di pollo realizzata con erbe di campo, erbe aromatiche, pollo precedentemente cotto nel brodo, cetriolini e panna acida (non fai in tempo a scriverlo che sei di nuovo lì a prepararla). Con più di due chili di impasto e con tutti gli ingredienti elencati si possono fare piadine squisite all’infinito, come se non ci fosse un domani.

Piadina farcita con provola podolica e speck

Piadina farcita con provola podolica e speck

La ricetta della piadina, che troverete di seguito, è il frutto di un’impegnatissima tavola rotonda tra una romagnola DOC e una dilettante panificatrice fissata con le farine integrali. Il risultato non è dei più fedeli alla preparazione originale, ma verrete ripagati in gusto, salute e fragranza. Le farine integrali liberano profumi e oli essenziali che, uniti allo straordinario sapore di uno strutto buono vi lasceranno senza fiato.

Ingredienti per l’impasto:

1 kg di farina

300 ml di latte

100 ml di acqua frizzante

200 g di strutto

20 g di sale

10 g di lievito chimico (baking powder)

3 g di bicarbonato

In una ciotola versare la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale e mescolare con un cucchiaio. Unire lo strutto a pezzetti (un cucchiaio per volta) e iniziare a impastare. Aggiungere i liquidi a poco a poco e non appena inizia a formarsi l’impasto trasferire il tutto sul piano da lavoro e continuare a impastare fino a ottenere una massa liscia e omogenea. Riporre in una ciotola precedentemente infarinata e coprire con un panno pulito. Lasciar riposare per almeno due ore. Trascorso il tempo necessario, dividere l’impasto in palline (con queste dosi ne dovrebbero venire almeno 10), e stenderle fino a ottenere dei dischi piuttosto regolari. Cuocere in padella antiaderente (o con l’apposito strumento) ben calda fino a quando ogni lato non avrà assunto la colorazione caratteristica della piadina.

Stesura della piadina

Stesura della piadina

 

piadina di grano tenero Solina in cottura

piadina di grano tenero Solina in cottura

 

Colorazione caratteristica della piadina ben cotta

Colorazione caratteristica della piadina ben cotta

Piadina di farro monococco con insalata di pollo

Piadina di farro monococco con insalata di pollo

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php