Agricoltura, etica, mercato: è Torino, è il Salone del Gusto

by • 23 ottobre 2014 • cibo e cultura, newsComments (0)1388

Eccoci di fronte a uno di quegli eventi che negli anni si è allargato talmente tanto nella sua popolarità da essere catalizzatore per la città di Torino di migliaia di persone da tutta Italia e dall’estero. Il Salone del Gusto e il parallelo Terra Madre ormai non sono più un evento settoriale: se ci fosse una sinergia tra trasporti, istituzioni e attività ricettive, ci piacerebbe sapere da Trenitalia, Alitalia e così via quante persone sono arrivate e arriveranno a Torino da oggi a lunedì. In assenza di dati, lasciamo spazio all’immaginazione: saranno tantissimi, in crescita esponenziale, come già due anni fa, rispetto alle prime edizioni.

Non siamo più di fronte allo Slow Food duro e puro delle origini: al Lingotto ci saranno anche grandi aziende insieme ai piccoli produttori, tutte però impegnate a mostrare il lato “etico” delle proprie produzioni, come marketing moderno impone. Certo è che il Salone sarà occasione di svago nel fine settimana (la fiera/mercato dei produttori, davvero infinita, ha sempre il suo perché), imperdibile meta di formazione professionale per giornalisti, comunicatori, agricoltori, produttori, ristoratori e tutte le categorie che girano intorno al mondo dell’enogastronomia. Quest’anno nel programma si nota un interesse particolare verso il mondo della mixology e quello della pizza, con noti esponenti del settore.
La comunicazione italiana solitamente non racconta il lato Terra Madre: meno mondano e “acchiappaclick”, è il vero cuore internazionale e agricolo dell’evento. Qui e solo qui facce, volti e voci (quest’anno sono 4000 i delegati giunti a Torino) possono raccontare quanto sia stato rivoluzionario e importante il vento di Slow Food per la biodiversità di tutti i continenti e quanto ancora sia fondamentale agire in materia.
Da non perdere la presenza di Jamie Oliver: il notissimo cuoco e conduttore televisivo inglese, da sempre impegnato per divulgare tra inglesi e americani l’importanza del mangiar sano, sarà venerdì 24, alle ore 15, con Carlin Petrini e Alice Waters alla conferenza “Divulgare cucinando“.

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php