Tra Africa e America, Salvador de Bahia

by • 22 giugno 2015 • Itinerari, newsComments (0)2634

Meticciato è una parola di uso comune in Brasile: gli incroci sono tanti, tra indios, neri e bianchi, europei, asiatici, africani e latini. Il risultato è una bellezza che impressiona, difficilmente classificabile per tratti somatici e colore di pelle. Questo è tanto più vero a Salvador de Bahia, storica prima capitale del paese. Se avete letto Jorge Amado, avete idea di che esplosione di suoni, odori e colori sia Salvador. Non andateci solo a Carnevale, che è periodo denso di eventi e folklore, ma anche il più affollato, costoso e pericoloso. In altre stagioni dell’anno le giornate di pioggia sono maggiori, ma il clima è sempre più o meno clemente.

IMG_7205

IMG_7227_2

Lo stato di Bahia è sicuramente la parte più nera del Brasile: primo approdo delle navi che portavano gli schiavi africani nelle colonie, la baia di Salvador de Todos os Santos è ancora oggi uno scrigno di cultura africana, nelle arti figurative, nella religione, nella gastronomia.

Il candomblé, con i suoi riti notturni vestiti di bianco e ritmati dalle percussioni, rappresenta la terra bahiana tanto quanto la moqueca, zuppa tipica con pesce, coriandolo, latte di cocco e azeite de dendê, l’olio di palma, il prodotto simbolo di questa complessa regione. Lontano dai disboscamenti selvaggi che causa in Asia o Africa, qui la coltivazione del coqueiro-de-dendê, la palma da olio, è di matrice tradizionale, importata insieme agli schiavi nel ’500 dalle coste orientali africane. Il denso olio color zafferano si ricava per pressatura dal frutto, utilizzando vapore e acqua calda, senza solventi, per questo può essere prodotto ancora artigianalmente.

Naturalmente non è semplice trovare in giro prodotti artigianali di qualità: il Brasile è un paese enorme, dedito alle monocolture, agli allevamenti intensivi, all’invasione del transgenico. Ci sono però i resistenti e tanta parte la gioca in questo anche Slow Food Brasil.

A Salvador, la leader locale di Slow Food è un’italiana, Fernanda Cabrini, che da più di 20 anni gestisce una pensione nel bellissimo quartiere di Santo Antonio, vicino al centro storico tutelato dall’Unesco, il famoso Pelourinho. La Pousada do Boqueirão, questo il nome della struttura, è uno degli indirizzi da tenere in mente se vi preparate a visitare Salvador: una casa meravigliosa, densa di pezzi d’artigianato locale e decori d’epoca, con belle stanze fornite di amaca e una colazione deliziosa (a base di frutta tropicale, yogurt artigianale, succhi freschi, torte e pani fatti in casa) servita su una terrazza panoramica da cui si può ammirare tutta la baia.

salvador

In giro per la “Roma nera” (così chiamata per l’impressionante numero di chiese) vi accorgerete che il cibo da strada ha un grande ruolo: queijo coalho (spiedini di formaggio cotti nella brace), acaraje (polpette di fagioli fritte nell’olio di palma), spiedini di carne con farofa (farina di manioca fritta), le preparazioni, a buon mercato e per stomaci forti, vengono accompagnate per lo più da birra gelata.

IMG_7265

Se volete invece godere di una tavola d’autore, con un’immersione nella cultura e nelle usanze locali, non potete mancare una visita alla Casa de Tereza. Nel quartiere più mondano di Rio Vermelho (a circa 20 minuti dal centro di Salvador), il ristorante della cuoca Tereza Paim è innanzitutto un locale bellissimo: opere d’arte bahiane, sale dedicate agli Orixàs, le divinità del Candomblé, e ai santi cristiani di Salvador, nel perfetto stile sincretico della città, più una bottega dove acquistare preziosi oggetti di artigianato. In menu prodotti locali di altissima qualità, attenzione alla sostenibilità nella selezione delle materie prime, ma anche nella tecnica di lavorazione in cucina, e sapori decisi dalle influenze africane. Dal tradizionalissimo bobó de camarão (zuppa di verdure,manioca, gamberi e latte di cocco) a piatti personali, dal tocco spesso agrodolce, come il coscio d’agnello sfilacciato con salsa di tamarindo e mandioquinha. Una tappa imperdibile.

IMG_7442

IMG_7445_2

INDIRIZZI:  

Pousada do Boqueirão
Rua Direita de Santo Antonio, 48
Santo Antônio Além do Carmo, Salvador – BA

Casa de Tereza
Rua Odilon Santos, 45
Rio Vermelho, Salvador – BA

 

Pin It

Related Posts

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

css.php